Continuando la navigazione, significa che accetti l'uso dei cookie ed hai letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy. Ok, prosegui

Fermali! Clicca qui
Partners
Richiedi Newsletter
Invia ad un amico
Sostienici
IBAN: IT 20 Y 02008 12152 000102734829
Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!
[Valid RSS]
  Microsoft Internet Explorer 7.0 Mozzilla Firefox Opera Safari Google Chrome
Valenza: Per vincere serve unita', anche tra operatori settore pet
22 Aprile 2013
Stampa  

 

Ieri ho partecipato alla manifestazione tenutasi qui a Milano in difesa del Lavoro dei ricercatori e a sostegno dell'Universita' e della Ricerca, che ha visto scendere in piazza insieme ricercatori e studenti. I primi in difesa del proprio posto di lavoro, i secondi in difesa del proprio studio e tutti insieme in difesa dei diritti anche di coloro che in piazza non c'erano: il diritto alla salute, quello ad una corretta informazione, quello alla liberta' di scelta e di espressione. Diritti che gli animalisti con la forza, l'arroganza e l'oppressione vorrebbero toglierci.

Ho visto una unita' tra ricercatori e studenti, fonte di forza e di energia, che non ho mai visto nel settore pet di cui mi occupo personalmente.  Tra "cagnari", come si usa dire, e poco importa se allevino, espongano o commercino, ho visto piu' spesso l'invidia e il disprezzo per il collega che si ritiene solo "concorrente", quando non addirittura la gioia per le sue sfortune, secondo il motto: "mors tua vita mea".  Io stesso, quando ho tentato di rinsaldare rapporti con le Istituzioni per il bene di tutta la Categoria, ho ricevuto piu' critiche che elogi proprio da colleghi che mi hanno accusato di agire per interesse personale.

Ma dove erano questi colleghi ieri? Io ero in piazza a manifestare a fianco di ricercatori e studenti e loro non c'erano! Sappiano queste persone che il vero, l'unico nemico non e' il concorrente e sappiano che contro il nemico di tutti, un nemico forte e agguerrito, solo uniti si vince. Come dice sempre il Segretario Generale Massimiliano Filippi, che ringrazio per l'indispensabile contributo all'organizzazione della manifestazione di ieri, : il circense che va contro il cacciatore, l'allevatore che va contro il commerciante, l'addestratore che va contro il ricercatore, fanno solo il gioco degli animalisti, i quali sono l'unico vero nemico di tutti: del circense, del cacciatore, dell'allevatore, del commerciante, dell'addestratore, del ricercatore e di tutte quelle persone che vogliono, giustamente, mantenere il proprio diritto a scegliere secondo i propri desideri cosa studiare, che lavoro esercitare, che hobby praticare, che spettacoli vedere, come vestirsi, cosa mangiare!...

Gli animalisti sanno bene che attaccando il singolo hanno maggiori possibilita' di danneggiarlo, ma che non hanno possibilita' alcuna contro una forza comune costruita su cio' che ci unisce, e mi stupisco pertanto che proprio nel mio settore qualcuno si ostini a non capirlo. Per vincere serve unita', anche tra tutti gli operatori del settore pet.

Autore: Lodovico Valenza, Segretario FederFauna Lombardia

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su FriendFeed
        Aggiungi ai preferiti


Permalink:

Linka questa pagina (HTML):


News

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.



Tutte le News...
Parlano di noi
Vedi anche:
Attenzione: il tuo browser potrebbe essere obsoleto.

Per utilizzare al meglio le funzionalità del sito utilizza uno dei seguenti browser


Attenzione: per sfruttare le funzionalità del sito devi avere javascript abilitato nel tuo browser