Continuando la navigazione, significa che accetti l'uso dei cookie ed hai letto, compreso e accettato l'informativa sulla privacy. Ok, prosegui

Fermali! Clicca qui
Partners
Richiedi Newsletter
Invia ad un amico
Sostienici
IBAN: IT 20 Y 02008 12152 000102734829
Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!
[Valid RSS]
  Microsoft Internet Explorer 7.0 Mozzilla Firefox Opera Safari Google Chrome
Madre Terra nuovo Dio
20 Aprile 2020
Stampa  

 

(di Stefano Furlanetto *) In questo periodo in cui la natura sembra riappropriarsi dei propri spazi c'e' qualcuno che, come sempre, tv e giornali mostrano come una moltitudine, c'e' qualcuno che pensa che la madre terra, il vero ed unico dio secondo alcuni romani, starebbe bene senza l'uomo e la donna che invece, almeno per coloro che credono ma che ormai puzzano di vecchio per gli altri, Dio ha messo fin dalle origini sopra ogni specie del regno animale (Genesi – Bibbia).

Vegetariani e vegani si sentono i nuovi preti alla moda legittimati ad imporre usi e costumi anche, ma non solo, alimentari, in un livellamento che mette l'uomo come animale tra gli animali, pure sacrificabile se imperfetto – ma questa e' un'altra storia.

Premesso che l'allevamento, di qualsiasi tipo, deve essere regolamentato creando condizioni di vivibilita' per gli animali e di morte priva di patimenti inutili se necessaria, riducendo i danni ambientali di qualsiasi tipo e che qualsiasi abuso dovrebbe essere rigorosamente perseguito a partire dalle stesse categorie di allevatori per non recavi danno alcuno, l'ecologismo, quello politico, quello inutile, che spesso va a braccetto con vegetariani e vegani di prima, persegue ormai, pur non ammettendolo, un mondo che vorrebbe senza l'essere umano, un ritorno al giardino dell'Eden primordiale che, eliminando il giorno della creazione dell'essere umano, finalmente porrebbe rimedio a quell'unico errore che Dio commise.

In questa degenerazione che trova grande spazio tra le righe degli organi di informazione e nelle politiche di alcuni partiti, perche' non e' mai espressa in modo chiaro ed evidente, tutti sono convinti e convincono a scendere in piazza a manifestare, vestendosi di plastica e nutrendosi di integratori alimentari ma per poi finire tutti a bersi l'aperitivo accompagnato con un pezzo di pane caldo con sopra una fetta, piccola mi raccomando, di affettato ma solo per stare in compagnia, dicono, fanno uno strappo alla regola, dicono, perche' poi sono pochi, molto pochi, coerenti con lo stile di vita che dichiarano ma che vorrebbero importi, importi cosa mangiare, con cosa vestire e a quale dio credere (la minuscola non e' un errore).
  




Autore: * scrittore, attivista politico, Consignliere FederFauna Veneto

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su FriendFeed
        Aggiungi ai preferiti


Permalink:

Linka questa pagina (HTML):


News

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.



Tutte le News...
Parlano di noi
Vedi anche:
Attenzione: il tuo browser potrebbe essere obsoleto.

Per utilizzare al meglio le funzionalità del sito utilizza uno dei seguenti browser


Attenzione: per sfruttare le funzionalità del sito devi avere javascript abilitato nel tuo browser